Il risotto della strega

IMG_20131005_204143Bene, parliamoci chiaro e andiamo al punto: Fabio Volo scrive romanzi e Jo Squillo parla di eleganza e moda.
Perchè proprio io non dovrei scrivere di cucina?
Solo perchè ODIO ricettari e libri di cucina e non ne ho mai letto uno? No, non è un buon motivo.
Mi sono imbattuta per caso in ingredienti che uso per fare altro (i miei infusi da strega, per la precisione) e, per puro caso, ho creato un capolavoro per la mia cena di un sabato di autunno. Cioè, una cosa che si può mangiare…
una via di mezzo tra l’alta cucina esotica e il pane duro con il formaggio dell’eurospin pescato a caso dal frigo di casa.
Immagino di avervi fatto venire il languorino, quindi andiamo al dunque.

Ingredienti:

  • riso per risotti o insalate (un bicchiere da cicchetto di vodka a persona)
  • due stecche di cannella
  • un cucchiaino di finocchietto selvatico – se avete genitori lucani che vi portano quello paesano di collina, siete a cavallo –
  • mezzo cucchiaino di chiodi di garofano
  • un cucchiaino di curry – non quello della colonnina delle spezie del supermercato, meglio prenderlo in buste dai pizzicagnoli indiani. Non sanno un tubo di formaggi, ma di spezie ne sanno a pacchi. Ma attenzione a quanto è piccante, hanno un canone valutativo diverso dal nostro –
  • dado vegetale
  • un cucchiaio di simil-gorgonzola o formaggio molle salato
  • acqua
  • sale
  • olio (pochissimo. perchè pochissimo me ne era rimasto, quindi la ricetta ufficiale è questa. La storia la fa chi la scrive)

Preparazione
Preparare il brodo facendo bollire i chiodi di garofano, la cannella (in stecche) e il finocchietto.
Per ora il curry mettetelo da parte (chiuso, altrimenti non respirerete altro)
Far friggere un filo di olio in una padella, dove farete saltare per un minuto il riso crudo. Poi inizierete a versare gradualmente mestolate di brodo sul riso. Alla prima mestolata aggiungere il sale. Man mano che si asciuga, aggiungere altro brodo.
A mezza cottura mettere metà formaggio.
A cottura quasi ultimata (ve ne accorgete solo assaggiando) unire il resto del formaggio.
E il dado?
Ve l’ho fatto prendere giusto per chiedervi di buttarlo via. Lo trovo indecente.
E il curry? Quello è da mettere sul bordo del piatto, non solo per una questione di odori e decorazione ma anche per una dinamca legata a ‘come va mangiato’ questo piatto.

Mangiatelo così
Non so come mai, non ho mai letto ricette che spieghino anche come mangiare quanto laboriosamente preparato. Forse perchè è come spiegare la morale di una storia? Buh, io comunque il mio risotto della strega l’ho gustato come segue:
Il curry, come su detto, va messo sul bordo del piatto. Il primo boccone fatelo incontaminato di curry, per sentire il sapore del risotto con le altre spezie, più delicate. Poi, gradualmente, sfiorate con la forchetta il curry, prima di prendere altro riso.
Se vi capita un pezzo di finocchietto in bocca la senzazione è bellissima. Sa di pane appena sfornato, di forno di pietra e a legna, di autunno, di collina quando piove.
Cercate di togliere i fiori di garofano dal piatto invece, perchè lessi sanno di legno marcio bagnato, brutta sensazione sotto i denti.
La cannella si sente e si respira (tanto che mi chiedo come sarebbe la variante solo cannella…).

Da bere
Io ci ho bevuto su un Merlot di cui mi era rimasto un quarto di bottiglia.

NB: A fine serata e digestione avanzata, riscaldate e bevete quel che resta del ‘brodo’ (che non avrete salato, ovviamente), dolcificando con un cucchiaio di miele millefiori. Ottima ‘pozione’ per digerire (because of il finocchietto), per sgonfiare (grazie alla cannella) e per prevenire i mali stagionali (per l’azione congiunta delle tre spezie)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...