Cedo ad Halloween perché….

zucchiaAlla fine ho ceduto.
Dopo anni e anni, dal liceo in poi, in cui mi sono rifiutata di vivere e festeggiare Halloween per i più svariati motivi.
Questi negli anni si sono banalmente evoluti come segue:
– ‘Ma cosa sarebbe questo Halloween?’
– ‘No, io non seguo Beverly Hills 90210 perché il giovedì sera fanno Don Camillo’,
– ‘è una festa consumistica del gigante Americano’
– ‘Sono troppo vecchia e mi vergogno a vestirmi da cretina per strada’…
Ma alla fine anche io sono caduta nella storia e ho comprato, giorni fa, una zucca. Ed ero felice come una bambina che compra un albero di Natale o un presepe. Questa è la verità.

E le ho disegnato la faccia (sbronza) e le ho dato un nome.
Cosa è cambiato?
Lo so io, dannazione! È cambiato il fatto che un anno fa ero a NYC (c’è qualcuno che ancora non lo sa?? Non ci credo… Ma se è così, aggiornatevi).
E non mi sono limitata a questo. Le ho messo davanti calici di vino e l’ho fatta pranzare con me (e quel che è peggio, con un irreprensibile professionista che amorevolemente e con preoccupazione mi asseconda anche quando faccio queste cose).
Ora, questa cosa del cambiare idea, è un’ottima idea. E anche se non vengo dagli USA, anche se il mio sangue di anglosassone non ha nemmeno la temperatura, anche se ‘il capitalismo è il male’, anche se non mi vestirò in modo ridicolo (non più del solito almeno), quest’anno ad Halloween farò la mia personale celebrazione.
Da italiana che ha ‘cresciuto e nutrito una zucca’ per poi massacrarla a colpi di mannaia e farci un ottimo risotto (ovviamente avrete la ricetta).
Da vegetriana, è una ritualità che non ho mai eseguito con il maiale o con il tacchino. La zucca di Halloween è un’ottima soluzione al mio sincretismo interculturale.

La cosa bella delle nuove contaminazioni culturali sta proprio nel fatto che, in quanto contaminazioni, non hanno bisogno del ‘rispetto della tradizione’. Come un vestito vecchio che ti viene regalato, lo puoi modellare e tagliuzzare come vuoi. E farlo assomigliare a te.
E anche il volto della mia Zucchia Pizzicottina, in fondo, un po’ mi assomiglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...