Metti un viaggio in bici, con uno sconosciuto

155L’universo dei blog di viaggio è incredibilmente vasto. Da quelli più tecnici ai più ‘filosofici’, a quelli che si prendono poco sul serio, come il presente. Oggi mi sono imbattuta in svariati blog che descrivono viaggi in bici e, vuoi perchè amo il mezzo, vuoi perchè amo il viaggio, li ho trovati tutti (o quasi) molto interessanti.

Uno di questi, dal titolo ‘girolibero’, organizza veri e propri pacchetti con specifiche tecniche di voli e tratte da fare in bici e in gruppo. Per chi vuol fare un’avventura ma senza lasciar nulla al caso. Il primo pezzo che ho trovato e letto propone un giretto a Cuba, nelle strade secondarie e poco trafficate. Ora, devo ammetterlo, Cuba mi attira e l’idea di fare un viaggio all’Havana uscendo dallo stereotipo della ricerca del comunismo perduto e vedendo/vivendo altro, mi attira ancora di più.

Bello anche l’intento di BikeItalia. Gli utenti e amanti della bici postano le loro idee di tratta da percorrere e cercano compagni di viaggio. Ora, vuoi perchè amo il mezzo, vuoi perchè amo il viaggio, vuoi perchè amo la compagnia e il concetto stesso di compagni di viaggio , l’idea mi è piaciuta. Come potrebbe essere andare in Islanda in bici con un quasi estraneo? Si potrebbe ovviare a molti inconvenienti, come i momenti di silenzio che in genere si vivono serenamente solo con chi ci è molto intimo. Ovvero con se stessi. E la fatica fisica unisce come la passione per la scoperta e come la capacità di guardarsi intorno senza dire nulla che gli occhi da soli non possano esprimere.

Anche i viaggiatori lenti di lifeintravel danno ottimi spunti, aiuandosi con una grafica migliore e più in stile magazine. Oltre a tratte consigliate e provate dagli autori e consigli tecnici su come ‘non farsi male’ (ottima idea dal momento che il target è formato per lo più da persone poco attente alla propria incolumità, ovvero gli sportivi e i viaggiatori), hanno una sezione dedicata ai viaggi low cost. E così si sono guadagnati oltre alla mia stima anche la mia iscrizione alla loro newsletter.

E poi c’è Southern Vision Travel; non è un blog ma il sito di un progetto d’impresa molto attivo. Specialisti in Culinary and Cycling travels, progettano il viaggio sognato da ogni utente e promuovono esperienze a contatto con la cultura, il cibo, il paesaggio, con un occhio particolare alle tratte in bici.
Anche (leggi soprattutto) grazie alla loro azione di testimonial la Puglia è stata nominata nel New Year’s must-see places di National Geographics.

Chi per hobby chi per lavoro, tutti sembrano consapevoli che per godersi un viaggio non basta sposarsi.
Serve saper respirare le giuste cose, nel giusto modo.
Sentire gli odori veri, quelli che mancano nei resort e negli all inclusive.
I giusti sapori nei luoghi opportuni.
Tutte cose che servono per raccontare i posti in modo diverso.

Perchè la bellezza non basta averla. E non basta neanche conoscerla. Bisogna saperla raccontare.

 

Annunci

Un pensiero su “Metti un viaggio in bici, con uno sconosciuto”

  1. The truth is most entry-level career local plumbers get in the home-based niche – working mainly on their own.
    Blenders are one of the best buddies of kitchen any
    enthusiast. These include highly detailed furniture pieces
    such as a grandfather clock, dainty chairs,
    a vanity table, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...