Perché un viaggio è meglio dell’amore.

Read it in English 

La felicità non si compra. L’amore men che mai. Allora facciamoci un viaggio, la sola cosa bella, poetica, utile, che si può comprare (e non costa neanche tanto – presto un pezzo su come andare lontano spendendo poco, in aggiunta a questo).

Scomodiamo la scienza, e scopriamo che l’ossitocina, quella cosa bella bella che ci invade quando ci innamoriamo, dandoci quella pericolosissima fiducia nel prossimo e nel futuro, ci prende anche quando ci innamoriamo di un paesaggio, di una donna dal collo lungo thailandese, dal sorriso di un bambino in Brasile e così via, dandoci quella pericolosa voglia di ripartire quanto prima.

Se ci commuoviamo di fronte alla bellezza non è perché siamo matte, come tutti hanno provato almeno una volta a farci credere, ma è perché come il piccolo Coda di Lupo, ci innamoriamo di tutto, potenzialmente. Amen.
Ci vogliono dire che è legato alla maternità, all’allattamento e ai colpi di fulmine e invece, pensate un po’, ci facciamo una scorpacciata di ossitocina anche quando ce ne andiamo a spasso in posti remoti e belli a vedere cose nuove.
Per chi è in attesa del grande amore mi sembra un’alternativa più che valida.

Vediamo il prossimo viaggio come un ponte tra l’amore per voi stesse e il venturo amore per qualcun altro.
Assieme a questo augurio di inizio estate, regalo una carrellata di Ponti che vi faranno innamorare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

1 commento su “Perché un viaggio è meglio dell’amore.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...